Close
back to top
Image Alt

Calendario Pubblicitario

Calendario Pubblicitario

Il calendario è un sistema adottato dall’uomo per suddividere, calcolare e dare un nome ai vari periodi di tempo. Questi nomi sono definiti giorni, mesi, anni.

Quasi tutti i calendari si basano su alcune unità di tempo fondamentali:

  • la settimana, di sette giorni;
  • il mese, di circa quattro settimane;
  • l’anno, in genere di dodici mesi.

Ciascuna nazione adotta un proprio calendario ufficiale per definire le festività e identificare le date in modo univoco; quasi tutti i paesi del mondo, nonché le organizzazioni sovranazionali come l’ONU adottano il calendario gregoriano.

D’altra parte molti paesi affiancano a questo altri calendari:

  • alcuni paesi musulmani adottano quello islamico;
  • la Cina e la maggior parte dei paesi orientali adottano quello cinese;
  • l’India adotta anche quello indiano;
  • la Thailandia adotta anche il proprio calendario;
  • in Iran e Afghanistan è correntemente quello persiano;
  • Israele adotta quello  ebraico.

Diversi altri calendari sono stati usati, ufficialmente o no, in passato. Alcuni di essi rimangono in uso soprattutto per motivi religiosi o liturgici; ad esempio le Chiese ortodosse utilizzano il calendario giuliano.

Il termine identifica inoltre lo strumento materiale utilizzato per illustrare tale sistema di calcolo cronologico (ad esempio, un calendario a muro o da scrivania). Quindi è forse la tipologia di comunicazione più durevole nel tempo.

E’ usato per promuovere in maniera discreta e non invasiva l’immagine di una ditta. Alcune società usano questo strumento per promuovere i propri prodotti creando il “prodotto del mese”, etc.

Nel caso della Pirelli il calendario è diventato un fenomeno di costume.

Il mio pensiero

Lo ritengo una buona forma di pubblicità in quanto è spessissimo sotto gli occhi del destinatario del messaggio, ma a mio avviso deve essere garbato e minimale.